Paradise

La Terra Promessa di tutti gli Otaku, la fontana magica di qualsiasi gadget, il mare di ogni desiderio del mondo manga: l’Animate.

Piano dopo piano si aprono varchi spazio temporali per farci sentire un po’ più vicini ai personaggi che amiamo e ai loro creatori che stimiamo.

Ben nove i piani dedicati!

Il palazzo svetta distinto in mezzo ai complessi residenziali in una via laterale e persino il grande slargo sul marciapiede davanti all’ingresso era a tema: durante la nostra ispezione ospitava temporaneamente un bar furgoncino interamente dedicato a Yuri On Ice con frappè, gelati, drink e piccoli piatti a tema con colori e nome dei menù e packaging ispirati ai personaggi principali. Naturalmente il tutto condito da una lunga ma ordinatamente creata fila.

La folla si divideva più o meno organizzata già nell’ampio ingresso del palazzo, il piano terra era adibito a vetrina per le uscite più amate e recenti.

Nonostante i piani fossero molto grandi gli scaffali e le vetrine erano talmente numerose che i corridoi, spesso, non erano tanto ampi da poter gestire l’intera folla che avrebbe dovuto contenere.

Fortunatamente i giovani giapponesi sanno bene cosa sia lo spazio personale, educatamente aspettavano che la persona precedente avesse finito prima di avventarsi sul medesimo scaffale o ripiano.

I primi tre piani sono dedicati al cartaceo, essendo tutti in lingua originale ci siamo soffermati poco, giusto per scovare tra le pile di manga i cartelli con le firme originali degli autori, tra i quali del mitico Oda Sensei (One Piece), alla quale ci è stato purtroppo vietato di fare una foto.. l’abbiamo scattata col cuore in compenso.

 

I due piani successivi erano dedicati interamente ai gadget:

Notevole era la quantità di oggetti esposti e dei titoli trattati, ma ciò che più colpisce era la fantasia e l’inventiva della gadgettistica proposta, non limitata ad una semplice serie di oggetti più o meno quotidiani con stampati i personaggi più in voga ma molto spesso venivano proposti oggetti che racchiudevano le scene e i momenti più importanti, richiamando l’attenzione e l’occhio anche dei fan più attenti.

Alcuni piccoli esempi?

Le bottiglie di sakè dedicate all’anime di Anohana avrebbero fatto prendere i bicchieri alle mano più restie.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

 

Medaglia oro per “Pioniere di fantasia” va sicuramente allo studio Ghibli, che ci ha regalato sempre uno scaffale dedicato ovunque ci trovassimo.

Ovunque

Ci

Trovassimo

Naturalmente anche la semplice esposizione dell’opera cartacea o in DVD era molto spesso accompagnata da oggetti (il più delle volte in edizione limitata e non in vendita) per accompagnare le opere più quotate

Perchè l’esperienza possa essere ancora più indimenticabile, in alcuni piani i commessi/e erano in cosplay!

Particolare attenzione sul piano dedicato interamente alle Doujinshi (opere amatoriali di giovani talenti che spesso “prendono in prestito” personaggi di autori famosi) dove le commesse servivano letteralmente le piccole principesse acquirenti.

Nell’ultimo piano risiede invece l’animate café, un piccolo bar allestito completamente a tema di un opera a edizione limitata.

Nel periodo della nostra visita vantava un bar completamente dedicato ad Haikyuu, completo di cartamodelli di dimensione reale e commesse in cosplay della squadra Karasuno con naturalmente tanto di menù a tema. Peccato, avevamo già mangiato!

C’era un carinissimo Yamaguchi alle prese con la cassa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Breve parentesi: essendo questo palazzo magico contenitore di qualsiasi materiale inerente ad anime e manga non potevano mancare gli scaffali dedicati al disegno e alla realizzazione delle proprie tavole! Persino l’armamentario più basilare emanava aria di professionalità. Chiaramente il tutto accompagnato da almeno un centinaio di colori diversi di Pantone, da fare invidia alle cartolerie più fornite!

Con aggiunta di set per i principianti ispirati a Gekkan Shoujo Nozaki-Kun.

Ultimo ma non meno importante il piano dedicato ai Cosplay ufficiali dei personaggi più in voga. Vi erano veri e propri set completi per poter diventare una fotocopia vivente del personaggio preferito. Oltre al vestito accessoriato di tutto vi erano le parrucche già tagliate, modellate e colorate per il personaggio specifico. L’attenzione per i particolari era tale che venivano forniti anche gli oggetti specifici, come armi o borse, per renderti immediatamente pronto per il Cosplay. Immancabile anche tutto il reparto dedicato al make-up e a tutti quei trucchetti che ci sono ma si nascondoo (come le coppe per imbottire il seno).

La nostra esperienza all’interno del magico mondo dell’animate è stata appagante sotto molti punti di vista, ci siamo resi conto di quanto davvero grande sia questo mondo e quante persone amino questa parte di universo parallelo alla vita quotidiana, capace di emozionarti e scuoterti come se quei personaggi non fossero solo fatti di carta e inchiostro.

 

Chissà se un giorno lo avremo anche in Italia…

END

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *